Introduzione – editoria e strumenti social

30 Mag

Come si colloca l’editoria libraria nel panorama descritto dal precedente post? Il libro coinvolge i suoi fruitori più profondamente rispetto ad altri prodotti, in quanto non è semplicemente un oggetto da comprare per un utilizzo pratico e specifico, ma un veicolo culturale che permette di vivere storie, di immedesimarsi nei personaggi, di informarsi e approfondire qualsiasi materia. In origine, le grandi narrazioni avvenivano oralmente tramite la poesia epica, ma nel corso dei secoli la lettura ha assunto la fisionomia di un momento privato, personale, di raccoglimento interiore. Ciò non toglie, però, il desiderio di condividere quello che si è letto: consigliando o meno un titolo, prestando un volume, citando una frase, creando un passaparola in merito.

Internet non ha fatto altro che incrementare ed evolvere questo fenomeno di word of mouth, tramite due vie specifiche che saranno nostro oggetto di analisi:

  • I social book network: social network tematici dedicati ai libri. Raccolgono lettori forti che desiderano entrare in contatto con altri lettori per condividere esperienze di lettura, recensioni, suggerimenti per successive letture e via dicendo. Si distinguono dai social network generalisti, che non hanno un tema o scopo preciso a parte quello di far ‘socializzare’ gli iscritti;
  • Le piattaforme di social reading: la lettura stessa diventa un gesto partecipato. I testi vengono commentati, sottolineati, accompagnati da note, e condivisi già evidenziati ed annotati.

Lo scopo del presente lavoro sarà verificare l’evoluzione delle tipologie appena elencate, attraverso l’analisi del funzionamento dei singoli siti più conosciuti dagli utenti. Si ritiene, infatti, che sia utile dare una panoramica del fenomeno, in modo tale da rendere chiara la differenza tra social book network e social reading, mettendo in luce possibili ibridazioni.

English version 

Introduction – publishing system and social means

What about the publishing system in relation to the last post? Books, more than other products,  involve their users very deeply, because they are not objects to buy for practical and specific needs, rather cultural instruments that allow us to live stories,  identify ourselves in characters, inform and investigate any subjects. Originally, grand narratives were passed orally by the epics, but during the centuries reading became a private, personal moment of interior recollection. People, however, need to share what they have read: suggesting or not a book, lending a volume, quoting or creating a word of mouth.

Internet didn’t anything more than increasing and evolved this word of mouth in two ways that we will analyze:

  • Social book networks: they are social networks about books. They attract strong readers who want to know other readers to share one’s experiences, reviews, suggestions for next readings, etc. They are different from generalist social networks that haven’t specific goals: they only want to let their users ‘socialize’.
  • Social reading platforms: reading itself becomes a moment to share. Texts are commented, highlighted, accompanied by notes and shared already highlighted and annotated.

This work’s purpose is to verify the evolution of these categories, analyzing the functionalities of the most common sites. In doing that, I will keep an overview of the phenomenon, making clear the differences between social book network and social reading and to present possible hybridizations.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: